Titolo

Il terremoto, la ricostruzione, il populismo.

1 commento (espandi tutti)

Se ne parla da anni, sicuramente da dopo il terremoto dell'Emilia. Io, da studente, la sentii per la prima volta al SAIE 2012.
Cosa sarebbe? Brutale sintesi: classificazione del livello di rischio della propria abitazione, da 'A' ad 'F', come per le classi energetiche.
Il giorno dopo ogni terremoto viene annunciata in pompa magna, poi sparisce dalle notizie a lungo? Capisco che gli interessi economici in gioco siano grandiosi, ma per ora su questo fronte non si sono visti nemmeno piccoli passi.
Certo è molto forte incolpare il cittadino:

"il piagnisteo plebeo, il pietismo deresponsabilizzante, il populismo politico"

se lo stato, il governo, la politica non hanno la forza di creare una informazione che possa supportare i processi decisionali