Titolo

Complottismo e…cultura

1 commento (espandi tutti)

credo di capire

bonghi 17/12/2016 - 00:51

con le parole della professoressa , spero non se na avra' a male se le sue preghiere non saranno esaudite

"Ciò significa che il “peso referenziale” ovvero il “peso ontologico” è scaricato interamente sul quantificatore"

mi permetto pero' di diffidare dall'affermazione:

"Non cercherò di convincerla che la sua !(A&!A) - che è il principio di non contraddizione - non è "sempre valida": lo è solo nella logica bivalente aristotelica"

 il principio !(A e !A) vale anche in logica non classica ( non aristotelica per lei ) ,  lo si deriva da proprieta' della disgiunzione , della negazione e della congiunzione

considerazioni sull'esistenza di pigreco : esso esiste , come pegaso , solo nella mente di chi lo immagina

concludo pero' rinnovando quanto premesso :"esiste pegaso e pegaso vola , allora dalla falsita' della prima ( supponiamo che pegaso non esista ) deriva la falsita della congiunzione delle 2" che mi sembra in linea con la posizione di russel

preciso e mi scuso per l'insistenza che le mie osservazioni sono solo a livello formale logico circa la possibilita' di dedurre o meno certe proposizioni da altre .... il dibattito sulla verita' effettivamente esula dalla mia osservazione e ho sbagliato nel sottovalutare il concetto di "verita'" cui si faceva riferimento.

con le scuse se sono stato arrogante , bonghi