Titolo

La vittoria di Trump: alcuni commenti a temperatura ambiente

3 commenti (espandi tutti)

Chissà.

Jo 15/11/2016 - 21:24

Temo di non aver accennato alla soluzione, ma soprattutto, di solito i problemi li selezioni in base al tuo gusto personale?
Ti posso assicurare che se vuoi trovare delle soluzioni devi prima avere dei problemi. 

se l'interpretazione che ho dato al tuo sintetico intervento non ti garba, prova a spiegarne tu il significato autentico. Ma tieni presente che esprimersi con poche parole, per lo più criptiche, espone al rischio di non essere compreso. Buona notte.

La complessità è ciò che contraddistingue quest'epoca dalle altre, di tutti i paragoni forzati e presunti tra il benessere di un tempo e le sfighe di questo, l'unica reale differenza che riesco a circoscrivere risiede nella quantità ingestibile di connessioni, di informazioni, di opportunità, di cause e di effetti. L'insicurezza (sociale, psicologica, economica anche ma solo in minima parte) ne è la conseguenza principale. 
Di più non posso, o non riesco, ma parto dal presupposto che per sviluppare una teoria si parte spesso da una semplice intuizione (oppure ci si sbatte contro andando da qualche altra parte). Ed è a proposito di questo che la tua critica mi è parsa precipitosa e, ma magari mi sbaglio, un pò viziata dal senso di protezione che parte del mondo 'liberale' ha nei confronti del progresso, talvolta per principio, talvolta no. Siete, siamo, ben più tolleranti nei confronti di critiche precise e circostanziali, ma ciò non significa che l'inquietudine generale non possa provenire da un insieme di fattori talmente difficili da localizzare da essere sistemici, estremamente attuali e peculiari. Perciò 'rivendico il mio diritto' ad avanzare delle ipotesi senza che si corra il rischio che la libertà possa uscirne scalfita....Non che ciò non accada già consensualmente nella gestione di rischi meno gravi, comunque. 
Buonanotte anche a te.