Titolo

La vittoria di Trump: alcuni commenti a temperatura ambiente

1 commento (espandi tutti)

Che il benessere assoluto sia aumentato anche per le classi medie dei paesi ricchi è fuor di dubbio anche secondo me, ma ciò che importa a molti di loro è il benessere relativo.

La classe media occidentale per un certo periodo ha tenuto in piedi la propria nazione ed il mondo stesso, adesso vede che con la globalizzazione da una parte la classe ricca va più avanti di loro (grazie alle possibilità di poter agire in un contesto internazionale), dall'altra la classe più povera, nazionale ed internazionale, recupera lo svantaggio: diventa economicamente più importante, ma anche, a livello nazionale (ma anche internazionale, almeno in europa), riceve più aiuti perché più povera.

Alla classe media occidentale sembra che le proprie risorse vadano a favorire l'arricchimento dei più ricchi e dei più poveri (il che non è vero, in realtà è la torta che si ingrandisce e loro semplicemente ricevono meno degli altri della nuova torta).

Se a questo si aggiunge anche lo sdoganamento culturale di chi prima era civilmente svantaggiato (per origine, cultura, religione, orientamente sessuale, ed in parte genere), ciò che risulta è, per molti, un rifiuto di chi controlla la società e dei loro valori egualitari.

Siamo di fronte ad una sorta di rivolta restauratrice da nobili dell'ancien regime: nel feudalesimo erano lo scheletro portante della società, ma pian piano furono soppiantati dalla corte del re da una parte, e dai borghesi arricchitisi con le arti ed il commercio dall'altra.