Titolo

Trump: commenti a caldo

3 commenti (espandi tutti)

Misoginia

tizioc 12/11/2016 - 18:11

un servizio dell'Economist dall'Ohio iniziava con una serie di interviste ad operai edili di una cittadina, tipici votanti di Trump, che spiegavano perchè non avrebbero mai votato per Hillary

Se dobbiamo parlare di aneddoti di questo genere, non dimenticherei che il sito della campagna di Hillary ha messo in vendita sul suo shop delle simpatiche "Woman Card"... come dire: le donne vere fanno campagna per Hillary o come minimo votano per lei, e mai e poi mai per Trump. Non ci è dato sapere quanto questo messaggio sia risultato gradito a quelle elettrici che non si identificavano già in una certa parte politica, né quali effetti abbia realmente sortito nel segreto della cabina elettorale...

Ma il dato più importante è che attribuire la vittoria di Trump solo ed esclusivamente ai "misogini e razzisti" (quelli che Hillary ha chiamato "la cesta dei miserabili", altra uscita decisamente infelice che le è costata non pochi consensi, per sua ammissione) è un punto di vista politicamente "comodo" ma trascura quella parte di elettorato che, influenzata dall' "onda lunga anti-globalizzazione", ha verosimilmente fatto pendere l'ago della bilancia per Trump, gli swing voters nel Midwest. Come dovrebbe essere ovvio, un elettore razzista o misogino difficilmente è uno swing voter: lui ha già ben chiaro quale parte politica votare, e non c'è molto che possa fargli cambiare idea.

nel mio post precedente

Ok

michele boldrin 13/11/2016 - 09:04

uno di questi giorni trovo il coraggio di espormi.

Forse, ci sto pensando da tempo, sono un 25%-trumpiano in the closet ... time to get out of it!