Titolo

Il Liberalismo non ha vinto, il Socialismo ha perso. O no?

2 commenti (espandi tutti)

Non siamo piu' nel 1800. Viviamo in un mondo in cui la corrente cosiddetta liberale piu' popolare e' contro la globalizzazione e per la restrizione delle liberta' individuali; mentre la corrente cosiddetta socialista e' a favore dei mercati internazionali e dei diritti umani.

E' inutile usare concetti vecchi di cent'anni facendo finta che siano ancora attuali. Si crea solo confusione e false dicotomie. Il socialismo liberale di oggi e' quello in cui i diritti sociali esistono e stanno sullo stesso piano dei diritti individuali, non sopra.

confusione

Guido Cacciari 30/11/2016 - 11:57

Lei confonde la terminologia utilizzata da uomini politici, o quella per identificare dei partiti, con quella della filosofia politica.
L'aggettivo "liberale", ad esempio, raramente è associabile al liberalismo.
Le esternazioni dell'homo politicus, per sua intima natura, sono intrisi di inconsapevole ignoranza e voluta involuzione.  Espressioni come "socialismo liberale" hanno lo stesso significato di un rutto prolungato.
Se invece apriamo una rivista di filosofia politica, riprendiamo contatto con l'uso corretto della terminologia e con la storia del pensiero.