Titolo

Un SI contro il ritorno alla prima repubblica

2 commenti (espandi tutti)

Che è ideale quando un paese sta andando bene e si vuole impedire che quache mattoide distrugga una macchina che ben funziona. ma è terribile quando il paese va male è c'è bisogno di intraprendere azioni impopolari per far riprendere la crescita economica.

La storia ci insegna che è proprio quando le cose vanno male che i "mattoidi" hanno la possibilità di fare i danni maggiori. In assenza di un'argomentazione più precisa, definire "sabbie mobili" il sistema proporzionale suona come una mossa alquanto retorica e propagandistica.  Del resto si potrebbe affermare che, se proprio il paese deve intraprendere "azioni impopolari" che abbiano nondimeno una legittimità democratica, la via più sensata è affidarle a una coalizione di ampio respiro, che abbia una rappresentatività un po' più certa di quella data da un semplice "maggioritario con premio di maggioranza". Questo comporta necessariamente dei costi di bargaining, ma in assenza di saggi illuminati a cui affidare direttamente il potere per mandato del Cielo, non vedo reali alternative.

 Molti commenti i sembra che ignorino che attualmente gli italiani non stanno mandando in parlamemto gente normale. A meno che non si giudichi normale un insieme di persone che risponde a una srl i cui fini sono ignoti, e che usa la rete come un feticcio.  A meno che non si giudichi normale un ragazzo di 30 anni non laureato che non parla nessuna lingua, che non ha mai lavorato o amministrato che si candida direttamente a presidente del consiglio.

Questi non sono tempi normali, e deve essere chiaro che, via Renzi col NO, avremo Di Maio e Salvini. Io prenderei un po' di tempo aspettando che la gente rinsavisca, ma forse è una speranza vana.