Titolo

Un SI contro il ritorno alla prima repubblica

1 commento (espandi tutti)

grazie Sandro

Fabio Ghia 15/10/2016 - 13:23

i richiami fatti da Sandro Brusco sulle varianti costituzionali, sostanzialmente rispecchiano la realtà. Io aggiungerei ance la prima riforma alla legge elettorale, datata 1954, che interessò i collegi elettorali e, quindi, solo marginalmente la variante costituzionale. Comunque, l'aggiungerei perchè si è manifestata, in particolare nel corso del dibattito parlamentare, come prima (di una lunghissima serie) insofferenza politica, a soli otto anni dalla sua approvazione, a quella che sin da allora ha mostrato di essere, con i suoi 139 articoli, la Costituzione più "lunga" del mondo. Sin dalla nascita ha mostrato un carattere tipicamente programmatico, acquisendo rilevanza solo  in sede di "indirizzo"  per illegislatore o in sede di giudizio di legittimità degli atti inforzadi legge. La pdl sottoposto a referendum non è altro che l'ennesima operazione di "consolidamento" dei principi (molti, confusi e spesso contradditori) principi indicati dalla costituzione. Anzi, se vince il "si" finalmente (me lo auguro con tutto il cuore!) si realizzeranno le condizioni giuridiche costituzioneli per "bloccare definitivamente il sistema". Le norme di legge che seguiranno per "renderla esecutiva" metteranno ben in evidenza il"differente" scenario politico che si verrà a creare, completamente diverso dalle aspettative del popolo votante. 

Secondo me questo è l'inizio di quanto Michele ha anticipato (trattando in tutt'altra maniera l'argomento, ma che gioca molto ai miei fini): "Se ad un malato diamo un placebo convincendolo d'avergli dato la cura gli facciamo del male (in certi paesi comettiamo un crimine) perché lo convinciamo a non cercare più una cura, problema risolto. Invece no, problema non risolto ed aumentiamo la probabilità che muoia. Conclusione: vuotare per il SI implica aumentare le probabilità che l'infermo muoia." Personalmente non vedo l'ora che si avveri. Ho sempre considerato la nostra Costituzione come un Burqa limitante qualsiasi libera attività! Non vedo l'ora che si giunga al tracollo. Voterò, oltre perchè come dice Sandro è il male minore, soprattutto perchè, ne sono convinto, dopo questo passo altro non rimarrà che andare verso una "nuova" costituzione che riveda ex novo i fondamenti del nostro essere italiani (o europei!), annullando completamente questa assurda Costituzione che da settantanni ci ha imbrigliato in un susseguirsi di tentativi, da sempre rivelatisi perdenti