Titolo

Autarchia a 5 Stelle

4 commenti (espandi tutti)

Da soli 8 mesi scarsi è ricorso il 90° anniversario della morte di Gobetti, e quindi capita a fagiolo una citazione: « il fascismo è stato qualcosa di più; è stato l' autobiografia della nazione. Una nazione che crede alla collaborazione delle classi; che rinuncia per pigrizia alla lotta politica, è una nazione che vale poco[11] ». Piero Gobetti, "Elogio della ghigliottina", in: La rivoluzione liberale, n. 34/1922. Ovvero: questo articolo spiega perché e per come i 5 Stelle siano destinati a vincere le elezioni in questo paese "che vale poco".

Penso che se chiedessimo ai Parlamentari chi fu Piero Gobetti, nessuno saprebbe rispondere. Però morì giovanissimo ed elogiare la ghigliottina appartiene a quell'età. Io, che pure mi sono nutrito della sua Rivoluzione Liberale, e sono giunto ai socialisti passsando per i Rosselli, Ernesto Rossi, Altiero Spinelli, Gaetano Salvemini, il Mondo di Pannunzio, Gramsci, ecc., non pavento alcuna ghigliottina ma la lotta politica basata sulla ragione, ipotizzando che le persone possano cambiare opinione, alla luce di fatti documentati.

Ammiro ed invidio il suo ottimismo: le persone cambiano opinione alla luce di fatti documentati ? Non so se lei è abbastanza grande da ricordarsi i distributori automatici di gettoni telefonici: quando, frequentemente, si prendevano "la 100 lire" senza dare il gettone, dopo i rituali 3 tentativi inutili sul lungo bottone a stelo rosso, si davano poderosi pugni sul macchinario, in piccola parte per tentare il recupero della moneta, in gran parte per punire la macchina; poi, soddisfatti della piccola vendetta e con le nocche doloranti, si andava a pranzo. L' indomani ci si riprovava "perché forse ha ripreso a funzionare". L' ho rivissuto vedendo il successo politico dei grillini, ed è la visione che me li fa apparire tanto più trionfanti quanto più sbagliano: non ridiamo del complottismo, in Italia è da sempre stata un' arma politica terribilmente efficiente.

e io cerco di fare la mia parte; non mi resta altro.