Titolo

Perché gli studenti del Sud ottengono voti più alti alla maturità?

3 commenti (espandi tutti)

Le bocciature sono concentrate nel primo biennio delle superiori, mentre il voto di maturità si forma, in buona parte, con i voti ottenuti nel triennio.

È tranquillamente possibile che l'organico docenti del biennio faccia selezione e bocci tanto e poi, un organico diverso, nel triennio, dia dei voti più alti e contribuisca ai 100 nella maturità. Non c'è correlazione tra le due cose ed è normale che non ci sia.

Se le bocciature sono forti nel biennio (cosa che corrisponde alla mia esperienza) e nel triennio si alzano i voti dei sopravvissuti perché l'"essere sopravvissuti" viene considerato un titolo di merito, i bocciati del biennio non costituiscono quella "coda" del campione, dal punto di vista del docente che mette i voti al triennio? Escono dalle statistiche, ma "rimangono" presenti al docente. Inoltre bisogna chiedersi perché quelle spintarelle che riescono a far alzare i voti agli esami non riescono a far risparmiare le bocciature al biennio.

Cmq butto là tutt'un'altra idea, tutta da verificare. Il sud prende voti più alti nei licei, ed in particolare in quelli classici. Piuttosto che la spintarella di famiglie facoltose, potrebbe essere, soprattutto rispetto ai tecnici, che a spingere verso in alto i voti siano le valutazioni nelle materie umanistiche, più volatili e soggettive, laddove le materie tecniche e scientifiche, con riscontri non aggirabili, mantengano i voti più bassi.

I voti sono collegiali, nei consigli di classe quanto nelle commissioni d'esame. Al classico le materie scientifiche sono ridotte al lumicino, con matematica e fisica anche completamente assenti; meno allo scientifico. Molto meno nei tecnici. E il liceo classico è un tipo di scuola largamente meridionalizzato, mentre al Nord i tecnici vanno bene (relativamente all'anno 2014/2015 una panoramica qui: http://www.orizzontescuola.it/news/miur-pubblica-rapporto-sulle-iscrizioni-alle-prime-classi-ogni-ordine-e-grado-1550266-iscritti-).

Al Sud  prevale ancora l'indirizzo del liceo scientifico tradizionale, col latino, mentre al nord prevale quello delle scienze applicate.

Rimane però che anche confrontando soltanto i licei classici, i licei classici del nord sono meno generosi di lodi.

Boldrin dirà che voglio difendere a tutti i costi i prof. del sud tirando fuori un'altra teoria strampalata, però secondo me merita fare un pensiero anche a questa possibile chiave di lettura. 

quindi?

Marco Bollettino 25/8/2016 - 15:49

Non capisco la tua tesi: al sud danno più 100 e 100 e lode, soprattutto al liceo classico, perché...?