Titolo

Perché gli studenti del Sud ottengono voti più alti alla maturità?

1 commento (espandi tutti)

Io sono uscito dal liceo con 56/60, grazie ai due membri esterni della commissione, uno Veneto e l'altra Lombarda, o viceversa, mi scuso ma sono passati molti anni, che mi diedero 10 allo scritto di italiano e 10 all'orale di storia, e si impuntarono per fare aumentare il mio voto finale, come il voto finale di molti miei compagni, perché i voti con cui i membri interni ci avevano presentati, ancorché perfettamente in linea con la tradizione dello Ximenes, erano troppo bassi rispetto a quella che era la loro percezione e la loro esperienza nelle scuole delle rispettive regioni di provenienza (Lombardia e Veneto). Un 56/60 alla maturità allo Ximenes era un voto enorme, soprattutto per chi come me non aveva tutori privati. Ma me lo aspettavo, non ostante fossi stato presentato con 42/60, perché quando uscirono i nomi dei membri esterni delle commissioni quelli delle altre sezioni vennero a commentare che eravamo stati fortunati, perché non uno, ma addirittura due commissari del nord Italia avrebbero certamente innalzato i voti della sezione. Troppa grazia.

Commiseravamo invece quei poveracci che al nord si beccavano commissari dello Ximenes. Pochi anni prima un mio docente, se non ricordo male quello il cui figlio è oggi un gran bravo servitore dello stato, era stato mandato come presidente di commissione in un famoso liceo di Torino, e ne era nato uno scandalo perché aveva fatto una strage, bocciando senza pietà un bel numero di maturandi. Quella selezione, sbagliata, eccessiva, che da noi veniva fatta durante i 5 anni, lui l'aveva imposta alla maturità.

Da parte mia penso che la selezione dello Ximenes fosse sinceramente eccessiva, ma non la distribuzione dei voti. Avrei personalmente preferito che le promozioni si fossero guadagnate con il 40%, invece che con il 60%, il che avrebbe mitigato notevolmente la selezione, e che fosse stato meno raro vedere dei 10 durante il quinquennio (i voti effettivi erano da 0 a 9). Ma non avrebbe salvato lo Ximenes, perché quello che è successo nel quarto di secolo successivo non è che il mondo si sia rovesciato, ma semplicemente che quando usciti dalla scuola la qualifica dello Ximenes vale tanto quella del Fardella, per non dire del Catalano, non esiste alcun incentivo, se non il masochismo, per andare ad iscriversi a scuole come lo Ximenes, che infatti si sono estinte.