Titolo

Perché gli studenti del Sud ottengono voti più alti alla maturità?

1 commento (espandi tutti)

Dal rapporto INVALSI 2015:

Con riferimento alle differenze tra macro-aree del Paese, in questo paragrafo si analizzano le principali tendenze emerse nel corso del tempo, ponendo a confronto le rilevazioni di quest’anno, distintamente per i diversi livelli scolastici considerati, con quelle del quadriennio precedente.

Va ricordato che il confronto considera la posizione relativa, nelle prove di ciascun anno, delle diverse macro-aree (distintamente per livello scolare e per materia, Italiano e Matematica), analogamente, del resto, a quanto fatto nel paragrafo precedente. Questo perché le prove non sono al momento ancorate a una metrica costante nel tempo(45).

L’INVALSI ha ormai definito e quasi completamente realizzato una procedura per pervenire a un ancoraggio delle prove, cioè per legare la metrica sulla quale sono espressi i risultati di una prova con quella con cui sono definiti quelli di una prova del livello scolare successivo. Tale ancoraggio potrà consentire tanto di effettuare confronti assoluti nel tempo, anche per l’intero Paese, quanto di rendere più stabili e precise le indicazioni sulle differenze tra le diverse parti delle prove, di cui si è discusso nel capitolo 4 con riferimento alle singole classi.

Il quadro delle differenze regionali che qui appare è un po’ più incoraggiante rispetto a quello descritto nel paragrafo precedente. Sebbene le differenze a sfavore del mezzogiorno che emergono dalla rilevazione 2015 si confermino come un dato non nuovo, l’entità del divario sembra però mostrare, nel tempo, una tendenza alla riduzione in Italiano, mentre in matematica, questa tendenza, almeno rispetto al 2014, pare essersi arrestata, se non, in alcuni livelli scolari, addirittura invertita.

45) Anche la metrica dei dati nei cinque anni è diversa, essendosi in passato utilizzato il dato sulla percentuale di risposte corrette (che risulta peraltro fortissimamente correlato con la metrica adoperata in questo rapporto). Per superare il problema della comparabilità di risultati espressi su scale diverse, la differenza del risultato di macro-area per ogni livello e anno è stata standardizzata rispetto alla media nazionale di quel dato livello e anno.

E qui ci sono i risultati dal 2010 per italiano:

E matematica: