Titolo

L'intervista di Boccia all'Huffington Post - Una traduzione

5 commenti (espandi tutti)

Sempre belli questi pezzi, avrei due domande:
1) Può sostituire "constituency"? Ho imparato una parola nuova ma "clientele" mi sembra più corretto.
2) Se sono le clientele a guidare la politica italiana la colpa di chi è? Nella corruzione non è la domanda a creare l'offerta?
Saluti

Ciao Marco,

1. In effetti ho usato la parola inglese perchè non saprei come tradurre constituency in Italiano. Non sono sicuro che clientela sia il termine più azzeccato. Accetto pareri.

2. E' un'ottima domanda! Io credo che nel corso dei decenni si sia stratificato un certo sistema nella politica. Non credo che una costituency eserciti un controllo ferreo su un politico. Probabilmente è molto attenta a qualche problema in particolare, ma in generale i politici hanno i loro margini di manovra. Inoltre, non credo che il fatto che una contituency faccia pressione su un politico sia corruzione. Per una parte, questo può essere considerato un fatto fisiologico. Il problema è quando questo tipo di interazione porta in un circolo vizioso. Non è, però, facile definire queste situazioni in maniera formale.

Ma bene anche consitutency che e' piu breve.

base elettorale, direi, è una possibile traduzione di constituency. 

Your contituency = la tua base elettorale.

O, anche, il tuo elettorato, nel contesto adeguato. 

cioè la base elettorale + il saldo fra quella che si ipotizza di perdere e quella che si spera di acquisire per essere rieletti che èl'unica cosa che conta per un politico (mi sembra una parola che esprime un divenire).

Sulla corruzione: a) io ho visto prevalentemente sgomitare offerenti; b) ma ho visto anche offerenti che hanno dichiarato versamenti mai effettuati, ma distolti dalle imprese a loro stesso favore (una sorta di autocorruzione); c) lo schema D-O non mi convince prché troppo deterministico; mi convince di più "osmosi".