Titolo

La guerra alla crittografia - alcune questioni tecniche

2 commenti (espandi tutti)

Innanzitutto mi scuso: la frase con cui ho iniziato il mio commento l'avevo intesa come una battuta, ma per come l'ho scritta in effetti è abbastanza perentoria.

Venendo al tuo paragone con il volo e con il mito di Icaro, mi hai fatto venire in mente un'osservazione che avevo letto tempo fa sul "Artificial Intelligence: A Modern Approach" di Russell e Norvig. La faccenda in quell'ambito riguardava la possibilità di costruire "macchine pensanti", ma l'osservazione è di carattere puramente generale e prende spunto proprio dal caso del volo umano:

Gli esseri umani hanno imparato a volare quando hanno smesso di imitare gli uccelli.

Ed è esattamente ciò che riconosci anche tu scrivendo "con sistemi piu' complessi delle ali piumate di Icaro".

Mutatis mutandis, non pensi che per risolvere il problema di cui stiamo discutendo, forse, c'è anche la possibilità che la soluzione la troveremo cercando in un'altra direzione che non sia il key escrow (notare che per key escrow non mi riferisco a nessuna soluzione tecnica in particolare, ma alla questione generale di permettere l'accesso alle autorità a dati cifrati)? 

Sì, lo penso. Ritengo che se soluzione verrà trovata, sarà sicuramente migliore di key escrow ma probabilmente verrà trovata proprio approfondendo pro e contro di soluzioni come quella. Il che mi fa pensare che è solo continuando ad approfondire una soluzione che poi se ne risolvono i problemi, anche con innovazioni concettuali notevoli.