Titolo

Dipanare la matassa “bad bank”. Serve l'aiuto di Stato per la pulizia dei bilanci bancari?

2 commenti (espandi tutti)

in ogni caso c'è un buco in bilancio, in quello valutato a prezzi di mercato (quello che conta). Di nuovo, dobbiamo tenere ben presente la distinzione tra "bilancio regolamentare" e "bilancio a prezzi di mercato". Detto questo, la mia "impressione" (sostanziata nella parte finale dell'articolo)  è che difficilmente una banca farà pulizia del bilancio se ciò implica un buco nel "bilancio regolamentare"(ovvero, se ha una bella massa di NPLs sopravvalutati a bilancio). E se le banche in una tale condizione sono tante, è necessaria/auspicabile un'azione del Governo (aiuto di Stato) -- qualcosa come la TARP degli USA. E ancora, per esprimere il mio pensiero, credo che un Governo lungimirante debba contrattare in EU per questo (dimenticando la flessibilità di bilancio per esenzioni IMU,  bonus ai diciottenni...)

grazie

marcodivice 3/2/2016 - 14:34

grazie per la risposta.

concordo in toto e mi chiedo se non sia il caso di cominciare a pensare ad un debt for equity vista la situazione.