Titolo

Dipanare la matassa “bad bank”. Serve l'aiuto di Stato per la pulizia dei bilanci bancari?

1 commento (espandi tutti)

Il credito riparte se i crediti deteriorati/farlocchi sono rimossi dalle banche. Come si fa? Due alternative possibili: incentivando le banche a vendere la spazzatura (i NPLs) -- aiuto di Stato a spese appunto del contribuente -- o "forzandole" : costringendole a valutazioni in bilancio in linea con i valori effettivi (di mercato: quello che ragionevolmente puo' realizzarsi vendendo i collaterali sottostanti -- incluso, come dice Gilberto Bonaga, gli scheletri di palazzi mai finiti). Dopo di che, almeno per alcune banche, si apriranno buchi (il capitale scenderà sotto il minimo utile all'operatività nell'assetto corrente - management e azionisti di controllo). E li si aprono diverse opzioni, incluse le azioni legali di responsabilità contro chi ha creato i guai. L'opzione "forzatura" può essere  socialmente costosa, così come è costosa l'incentivazione (appunto a spese del contribuente). Ma una scelta deve essere fatta -- per non ripetere l'esperienza Giappone del "decennio perduto".