Titolo

Dipanare la matassa “bad bank”. Serve l'aiuto di Stato per la pulizia dei bilanci bancari?

2 commenti (espandi tutti)

...mi ricorda una canzone di antonello venditti ,anche se la situazione attuale, riguardo soprattutto le banche ne ha un'altra decisamente più attinente  .

Conosco abbastanza bene le banche italiane per non poter affermare che:
1. Molti prestiti sono NPL perchè son soldi dati agli amici degli amici, che già si sapeva che non avrebbero mai restituito il prestito.

2. Molti saldi negativi sono tali solo sulla carta, poichè gonfiati da costi impropri, che i tribunali italiani stanno smontando uno ad uno (no, non è solo l'anatocismo).

3. Il mio punto è semplice: vogliamo far partire un mercato con l'ennesimo rischio a carico dei contribuenti ? Bene, devono rischiare anche gli azionisti delle banche (che già rischiavano quando hanno deciso di investire nelle banche), ovvero se cerchi di rifilarmi una fregatura (e ce ne saranno a iosa) io mi prendo il controllo della banca o comunque un equivalente della fregatura in azioni.

....ed è anche abbastanza liquido. Agli NPL, specie quelli immobiliari, si sono interessati molti player stranieri e da un anno circa a questa parte anche soggetti italiani si stanno interessando