Titolo

E se tassassimo solo i ricchi?

2 commenti (espandi tutti)

Hai tenuto conto che in USA viene tassata la famiglia mentre in Italia l'individuo?

Questo potrebbe comportare (purtroppo non ho i dati ma tiro a indovinare):

1) che chi guadagna 35k euro* come individuo potrebbe guadagnare 50-60k euro come famiglia, se anche il coniuge ha un reddito (magari più basso, ma pur sempre un reddito);

2) che la distribuzione dei redditi delle famiglie potrebbe avere una deviazione standard (percentuale) minore della distribuzione dei redditi degli individui, quindi per arrivare al 50% delle tasse bisogna prendere magari il 15-20% delle famiglie anche se solo il 10% degli individui (esempio balordo: se in Italia ci fossero esattamente 20 milioni di uomini e 20 milioni di donne, tutti sposati eterosessualmente a due a due, e se tutte le donne avessero reddito zero**, il più ricco 20% delle famiglie sarebbe esattamente il più ricco 10% degli individui, tutti uomini, con le loro mogli).

 

*da confrontare con gli stipendi dei neolaureati in Ingegneria in Germania: Im Öffentlichen Dienst sowie im Groß- und Einzelhandel gibt es für Berufsstarter als Ingenieur nur vergleichsweise geringe 36.000 Euro zu verdienen. ("Nel pubblico impiego e nel commercio all'ingrosso e al dettaglio si guadagna al primo lavoro da Ingegnere soltanto la relativamente modesta somma di 36.000 euro", fonte: https://www.absolventa.de/jobs/channel/ingenieure/thema/einstiegsgehalt-...)

**cosa purtroppo non lontana dalla realtà, visto il basso tasso di occupazione femminile

le tue considerazioni sono molto utili. Il mio commento mirava solo a sollecitare qualche precisazione su questi aspetti da parte di Pizzati o di altri esperti, non essendo io in grado di trattarli in modo attendibile. Ma mi sembrerebbe utile che chi può lo facesse. Naturalmente posso sbagliare anche nel ritenere rilevanti questi punti.