Titolo

La surreale vicenda della bancarotta delle banche

4 commenti (espandi tutti)

La cultura economico-finanziaria media e'bassissima,e i media non fanno nulla x elevarla,ma,anzi,contribuiscono ad alimentare la confusione ed il populismo! Da tempo mi spendo,nel mio piccolo,a indurre le persone a leggere cose di Economia( saggi,magazine,allegati economici dei giornali che sono fatti bene anche se nessuno li legge!) perche'e'fondamentAle sia x capire bene le cose della politica ( la Economia,da tempo,domina la Politica), sia x curare meglio i propri interessi! la trasmissione Piazzapulita di ieri sera e'un esempio di cattivo giornalismo economico! Venivano intervistati i risparmiatori traditi sostenendo di essere stati raggirati in quanto si erano recati in banca chiedendo "investimenti sicuri"; il giornalista avrebbe dovuto spiegare che in Finanza non c'e'nulla di sicuro,ci sono asset meno rischiosi,ma non sicuri al 100%! Non si capisce perche',quando si tratta di salute,la gente non si affida totalmente al proprio medico,ma si informa un minimo( leggendo,consultando Internet,ad amici,parenti che hanno le stesse patologie,etc) sulle terapia,sulle tecniche diagnostiche,sulla prognosi ed interagisce con il medico; mentre,quando si tratta di investimenti ci si affida completamente e passivamente alla Banca o ai promotori! Nel caso del pensionato la Banca avra'spinto ad acquistate titoli rischiosi,ma costui ha sbagliato a consegnare 100mila €, tutti i suoi risparmi,senza leggere bene o approfondire un minimo quello che ha firmato! Altra sciocchezza che i media avallano( Huffington Post) e'che sia stato il decreto del governo ad azzerare le obbligazioni senza spiegare che,senza decreto del governo,le obbligazioni subordinate sarebbero diventate comunque carta straccia perche'la Banca Etruria sarebbe fallita,e avrebbero recuperato qualcosa solo i correntisti,i dipendenti,lo Stato( crediti privilegiati) ma non gli obbligazionisti! L'analfabetismo finanziario degli italiani e'una manna x i politici italiani,specie quelli populisti,che ci sguazzano facendo credere a tanti concittadini-elettori ogni sorta di scemenze! I campioni di questo cialtronismo politico sono Salvini,ma sopratutto quelli del movimento 5stelle che fondano la propria politica proprio su questa incoerenza/imbroglio! L'ultima cosa che hanno prodotto e'la seguente! Hanno presentato una proposta di legge per salvare le 4 Banche,denominandola"salvarisparmio"( non Salvabanche,perche'suona male!) praticamente analoga a quella di Monti dei Monti-bond del 2013! In sostanza prevede,analogamente a quella di Monti, un prestito-ponte oneroso x salvare i risparmi e ricapitalizzare le Banche condizionata: se il prestito non venisse restituito,lo Stato diventerebbe azionista delle Banche in difficolta'! Solo che,quando lo fece Monti dissero che era scandaloso che si aiutavano le Banche con soldi pubblici,ora che lo chiedono loro,va bene!

un investitore retail può non avere competenze economico/finanziarie, è sicuramente una cosa pregevole ma non è obbligatoria.

Chi dovrebbe averla invece dovrebbe usarla al meglio e non in malafede... Qualsiasi persona che fa consulenza finanziaria dovrebbe sapere qualcosa sulla teoria di Markowitz e l'importanza della diversificazione, sentire che alcune persone han perso tutto perché investito in un solo strumento è criminale!

Io piccolo investitore posso essere ignorante, ma chi mi consiglia professionalmente un investimento evidente sbagliato non ha scuse di nessun tipo! sentire di un "portafoglio" investito completamente in uno solo strumento nel 2015 è sinonimo di ignoranza o malafede di chi lo ha suggerito, di qui non si scappa

sentire che alcune persone han perso tutto perché investito in un solo strumento è criminale!

Amen! Un impiegato di una banca o un consulente che suggerisce una cosa del genere andrebbe processato per direttissima. La buona fede non è nemmeno lontanamente credibile.

una vergogna!

beppyz 14/12/2015 - 12:56

leggevo ieri un'intervista al "consulente" dello sventurato pensionato (che pare ora installi caldaie, facendo sorgere più di qualche dubbia sulle effettive conoscenze economico/finanziare e a che titolo facesse quel lavoro) di caltanissetta... pare fosse pratica consolidata della banca quella di vendere quante più obbligazioni possibili ai propri clienti più danarosi e ci fossero delle vere e proprie gare interne per stabilire chi ne vendesse di più...

a questo punto penso che sia sempre meno improbabile che chi ha perso i propri soldi faccia richiesta di risarcimento e la veda, almeno parzialmente, accettata...