Titolo

Resoconto comparato sul funzionamento della giustizia in Germania e Austria

2 commenti (espandi tutti)

io non ho problemi con il nuovo CPP. Non ho dubbi che la sua approvazione sia stata un "fatto storico". Probabilmente, anzi sicuramente, è stato un passo di civiltà rispetto al vecchio codice, tuttavia osservo come non credo si possa sostenere che Austria e Germania possano essere definidi degli stati "incivili". 

Indubbiamente l'eccessivo ricorso allo strumento penale da parte del legislatore e la scarsa professinalità di molti PM contribuiscono al mancato funzionamento del sistema.

 Del resto, l'idea di fondo era quella di fare pochi dibattimenti e sbrigare la massa dei processi con le forme alternative: idea in sé non contestabile, direi.

Nessuno contesta il principio, la domanda è perchè non funziona?

Che colpa hanno magistrati ed avvocati se l'imputato è autorizzato a sottrarsi al processo e, quindi, i riti alternativi non  possono essere scelti per difetto di procura?

Ed ancora. Se io ho un incentivo astratto della riduzione di pena (riduzione di un terzo su di una pena che, comunque, non dovrò scontare perchè sospesa), mentre ho l'incentivo concreto di arrivare all'estinzione del reato per prescrizione, quale sceglierò? Fra l'altro faccio notare come questa scelta dipenda dai mezzi economici a mia disposizione. Se ho soldi affronto il processo ed, a seconda del luogo e del reato, ho buone probabilità di portare a casa l'estinzione del reato. Se non ho soldi, mi resta solo il rito alternativo e la condanna. Per questo parlo di codice classista. In Germania ho assistito ad un processo contro un amministratoe della Siemens. Era imputato di appropriazione indebita per avere creato un sindacato giallo. Anche lì c'era una disparità di trattamento tra lui ed il sindacalista (sottoposto a misura cautelare, mentre il manager era libero), ma si capiva perfettamente che sarebbero stati condannati tutti e due, come, di fatto, avvenne. 

Ed ancora. Come si concilia il processo accusatorio con l'appello nel merito solo cartaceo (in America non mi risulta che vi sia l'appello nel merito)?

Ogni volta che faccio queste domande ad avvocati che difendono a spada tratta il sistema, si rifiutano di rispondere. 

non mi occupo di cause penali. Non vorrei essere accomunato a chi si rifiuta di rispondere, nè sostenere l'appello nel merito in penale: solo manifesterei l'auspicio che sia soppresso per le sentenze di assoluzione.

In linea di principio, si potrebbe discutere l'opportunità di mantenere l'appello anche in sede civile, magari reintroducendo una vera collegialità in primo grado: dubito che ciò sia possibile con le risorse attuali.