Titolo

Fenomenologia del regalo populista

1 commento (espandi tutti)

certo le tue avvelenate raggiungono solo una raffinata élite, ma sono le élite che alla fine danno la direzione. Certo che devi dire quello che pensi, del resto molti lo condividiamo. Il punto semmai è che il sistema di riferimento è diverso. Scienziati (passatemi il termine) come te hanno parametri di riferimento scientifici, che tendono all'oggettività, per quanto questo sia possibile in economia. Un politico ragiona in termimi assolutamente diversi. Poi dipende da che spessore ha, se è uno statista od un politicante, ma il problema del consenso elettorale per lui conta, eccome. Per questo difficilmente gli "scienziati" diventano buoni politici, Gli manca la pancia. Però bisogna capire che il politico per forza ne deve tener conto, della pancia. Altrimenti sparisce. Il grande politico, il grande statista è colei/colui che riesce a coniugare ricerca del consenso e razionalità.