Titolo

Dallo scontrino allo scontro

3 commenti (espandi tutti)

Direi che il problema del trattamento delle donne riguarda ben più che "una parte considerevole" del mondo islamico, forse la totalità. Cosa hanno in comune Boko Haram, i Talebani, il regime Iraniano e gli stupratori di Rothenham? Non la razza, la lingua, la nazionalità, lo status sociale (autoctono o immigrato) o quello politico (al potere o no) ma esclusivamente l'adesione all'Islam. Per un'analisi più dettagliata potete fare riferimento al lavoro di Wafa Sultan.

Ma allora se le cose stanno così dobbiamo davvero aspettarci "un flusso di donne e i loro figli che vogliono emigrare ed immigrare "? Per ora non si direbbe: i rifugiati in arrivo "Trapani, Milano, Calais, Berlino, e Glasgow" sono per il 62% maschi adulti; e sono i dati dell'UNHCR, mica quelli di Salvini. Anche su basi meramente demografiche ci dovrebbe essere circa una metà di bambini (dipende fino a che età l'UNHCR li considera tali) e della parte rimanente una metà di maschi e l'altra di femmine. Quindi 62% invece di 25%, o meno ancora se la tesi di Palma è corretta; i conti non tornano. Perchè? Forse non sono rifugliati in fuga dalla guerra, me vengono per qualche altro motivo? Oppure se sono effettivamente rifugiati, sono scappati abbandonando donne e bambini al loro destino? E allora che tipo di persone sono? Vi piacerebbe averli come vicini di casa? 

"Beata" ignoranza

Marco 19/11/2015 - 15:24

Perchè il 62% dei rifugiati sono maschi adulti?
FORSE perchè un pericoloso viaggio di migliaia di chilometri non è roba per donne e bambini.
Perchè il 97% (invento, non ho voglia di cercare) degli alpinisti che hanno scalato l'Everest sono uomini? Perchè la stragrande maggioranza degli astronauti sono uomini? Che razza di persone sono? Li vorrebbe come vicini di casa?

Non mi sembra il caso di fare dello spirito in queste circostanze. Il Canadà (10 miloni di km² per 35 milioni di persone) ha seguito una logica simile e d'ora in poi  accoglierà solo donne, bambini e famiglie (ai gay onestamente non avevo pensato) concentrando gli sforzi su coloro che ne hanno davvero bisogno. E al governo non c'è Salvini ma un nuovo premier liberale che ha mandato a casa un premier conservatore. Oggi il governo svedese (socialisti più verdi) ha gettato la spugna; la Svezia (450,295 km2 per 10 milioni di persone) non può assorbire altri migranti.