Titolo

La Grecia e l'architettura degli organismi internazionali

1 commento (espandi tutti)

Non mi sono molto chiare le conseguenze di una vittoria del si... se dovesse vincere il si che cosa succede ? Presumo che tsipras si dimetta (facendo campagna per il no mi pare il minimo)... quindi come si va avanti ? i creditori firmano un accordo con un governo dimissionario poi aspettano e sperano che dalle urne esca un governo ragionevole ? La tempistica è molto stretta non so quanto convenga ai creditori assumersi questi rischi, chiunque potrebbe vincere l' elezioni: Il si prima dei controlli di capitale era al 30% dopo era al 37%, contro un 47% di no prima dei controlli passato al 40% dopo i controlli, se dovesse vincere il si lo farebbe in modo risicato, una volta votato hanno 15 giorni e poi il 20  luglio dovranno pagare 3,5 miliardi di tranche alla ECB, se non dovessero riuscirci cosa farà la ECB con l' ELA data ad atene ? dovrebbe terminare in automatico perchè si può dare solo a soggetti solventi, ma se dovesse terminare l' ELA per atene sarebbe il collasso del sistema bancario... poi tutto è possibile e tutto si può fare, ma non è cosí scontato che il si corrisponda ad un non default di atene...