Titolo

Appunti per un manuale di difesa dalla spesa pensionistica

1 commento (espandi tutti)

Sono veramente contento che sia stata fatta una analisi così documentata ed incontrovertibile di quanto sta accadendo nell'indifferenza della politica.
Quello che vorrei evidenziare è che essendo il sistema pensionistico pubblico a redistribuzione dei tributi, la spesa pensionistica aumentata dal 13% del PIL al 16% in pochi anni ha comportato un aumento di tassazione diretta ed indiretta e un taglio delle altre spese pubbliche sia per investimenti che per altri servizi ossia per non riequilibrare la spesa pensionistica si sono alterati tutti gli equilibri della spesa pubblica causando danni economici a molti settori ad essa legati.
Il mancato pagamento dei crediti delle imprese ha fatto fallire numerose imprese sane per cui si sono creati disoccupati per pagare quote di pensioni regalate.
Lo squilibrio della spesa pensionistica, rispetto allla Germania, è di 3-4 punti di pil e corrispondono a 50 mld di euro l'anno.
Non dico di diminuire la spesa pubblica complessiva di questo importo, ma di destinarla a settori che creino occupazione e non ai pensionati da 1500 euro in su.