Titolo

L’illusione keynesiana

5 commenti (espandi tutti)

ma, ammettendo che Keynes e tutti i suoi seguaci abbiano detto solo stupidaggini, alla luce dei fatti (e forse con una certa dose di senno del poi,  lo riconosco!) non mi pare che i seguaci di chi predica/va teorie opposte abbiano ottenuto risultati fantasmagorici; a questo punto la domanda diventa. non è che in economia l'unica "teoria" che funzioni sia quella del colpo al cerchio e l'atro alla botte?

Può farmi qualche esempio di nazioni dove abbiano avuto potere decisionale gli "avversari" di JMLK e che non abbiano avuto risultati fantasmagorici ? Anzi semplicemente dove abbiano avuto semplice potere decisionale, indipendentemente dai risultati. A me viene in mente la Svezia più recente, ma forse lei non è d' accordo.

E' già stato ampiamente dibattuto su nFA che la frase"teoria economica" è priva di senso, esistono solo modelli che spiegano il funzionamento dei mercati in date situazioni (storiche, presenti, ipotetici futuri).

Il presupposto di certi post-keynes (che, ripeto, scriveva in situazioni completamente diverse da oggi) è che solo lo Stato sa come far funzionare i mercati, e che solo lo Stato è in grado di correggere alcune storture che si posssono creare nei mercati.

L'onnipotenza cosciente economica quindi risiederebbe nei burocrati di qualche Ministero Economico. E io sono l'incredibile Hulk sotto mentite spoglie..

In parole terra-terra: credere che lo Stato sia composto da superuomini preveggenti, capaci di generare il moto perpetuo è una boiata pazzesca (Cit.: rag. Fantozzi), e al momento non c'è alcuna evidenza empirica (dimostrata e dimostrabile) che l'intervento dello Stato non provochi solo danni, poichè è un elefante che entra in un negozio di cristalli.

Bene

Franco Verzetti 31/3/2015 - 20:49

mi fido di lei che sicuramente ne sa più di me e d'ora in poi, applicato all'economia, userò il termine "modello" al posto di teoria. Sono sicuramente daccordo con lei sul fatto che al governo di uno Stato non ci siano solo superuomini, ma questo, per la mia esperienza, vale qualunque sia l'orientamento politico dello Stato in questione. Riassumendo in una battuta; sicuramente il socialismo non ha risolto i problemi del mondo, però il liberismo non ha mica smesso di crearne ... e viceversa!

"credere che lo Stato sia composto da superuomini preveggenti, capaci di generare il moto perpetuo è una boiata pazzesca (Cit.: rag. Fantozzi), e al momento non c'è alcuna evidenza empirica (dimostrata e dimostrabile) che l'intervento dello Stato non provochi solo danni, poichè è un elefante che entra in un negozio di cristalli."

Perfettamente d'accordo, quindi l'idea di nazionalizzare MPS, risanarla e venderla era una cazzata galattica. Infatti è venuta in mente a ... oh, wait...