Titolo

L’illusione keynesiana

6 commenti (espandi tutti)

Alcune osservazioni cosi in ordine sparso:

1. I calabroni volano e la fisica (incredibile) li spiega perfettamente

2. La matematica è un linguaggio per costruire sistemi formali NON una scienza dura

3. Io ho il massimo rispetto per Tolomeo ma chi crede che il sole giri intorno alla terra mi fa molto ridere, nonostante lo sforzo profuso per giustificare una simile idea. Lo stesso accade per il flogisto, la medicina dell'800, eccetera. Un grande genio del suo tempo può aver commesso molti errori e rimanere un genio. I suoi piccoli emuli sono solo un pochino comici.

4. Tutte le leggi delle scienze sono di natura empirica, qualunque cosa non abbia una base empirica non ha le caratteristiche necessarie ad essere parte di un sistema scientifico. Il fatto che le scienze sociali abbiano un problema di riproducibilità degli esperimenti non cambia di un ette l'approccio metodologico ne la validità dei risultati.

MA SOPRATTUTTO

Kurt Godel ha provato che qualunque SISTEMA FORMALE sufficientemente potente da contenere l'aritmetica contiene enunciati indimostrabili. Alan Turing ha provato successivamente che non saranno nemmeno decidibili. Quello che i loro teoremi mostrano è che la matematica non si riduce alla deduzione dei teoremi a partire dagli assiomi. Alla incessante costruzione dell'edificio matematico (teoremi e deduzioni) andrà associata una continua evoluzione e revisione delle fondamenta (assiomi) su cui esso si poggia per introdurre assiomi sempre migliori che eliminano (nel limite dello sviluppo raggiunto) temporaneamente l'emergere di possibili contraddizioni.

Kurt e Alan hanno provato che la matematica è un castello infinito.

E,ovviamente, questo non fa di Hilbert un cretino.

Potrebbe ricordare qualcosa di utile anche nel contesto dei commenti a questo articolo. Dopodichè se si potesse chiudere il Bar Sport non sarebbe male, l'ora dell'aperitivo è passata

intelligent life out there.

Grazie Luca, chiunque tu sia.

Istruttivo

R. Calzolari 30/3/2015 - 10:34

Per un momento ho pensato che il "Bar Sport" e relativi aperitivi fossero uno spreco inutile di tempo e di pazienza.
Confesso invece che a persone come me (che cercano di comprendere) in realtà servono (in quantità appropriata:) perché il mondo la fuori ne è colmo e i ceffoni che prendono da Boldrin e tanti altri sono molto istruttivi.
Grazie del lavoro che fate.

Grazie

michele boldrin 31/3/2015 - 05:23

Anche a nome degli altri.

Grazie a te Michele.

La scoperta del vostro blog alcuni anni fa è stata per me un passaggio fondamentale dal punto di vista dell'evoluzione intellettuale e personale.

Non mollate.

ri-anche a nome degli altri.