Titolo

L’illusione keynesiana

4 commenti (espandi tutti)

Sei gay e senza figli? Allora, con ogni probabilità, non ti interessa il destino delle generazioni future. Lo pensa Niall Ferguson, uno degli economisti e saggisti più accreditati del pensiero liberista anglosassone. Parlando alla Altegris Conference in California, davanti a un pubblico di investitori e analisti finanziari, Ferguson si è soffermato sulla filosofia economica di John Maynard Keynes, che a suo giudizio ci avrebbe “portato ai problemi di oggi”. Secondo Ferguson, Keynes non pensava al futuro, perché era appunto gay, senza figli, “e sposato con una ballerina, con cui preferiva parlare di poesia, piuttosto che procreare”.

Pinto è così...naif...ha la profondità di pensiero di una maiolica da parete.

Il commento in questione l'hai scritto per darmi ragione, giusto? No perche' non so se fa piu' ridere usare l'argomentum auctoritatis citando Ferguson (che a me piace quando parla di storia economica medievale, ma vale zero quando parta di tutto il resto) o presentare il buon Niall come "uno degli economisti e saggisti piu' accreditati del pensiero liberista anglosassone" (protip: Ferguson insegna STORIA). Mi scoccia dare ragione a Michele, ma e' vero che ai bei tempi a commentare in questi lidi si imparava sempre qualcosa...

Passando oltre all' assenza di logicità secondo la quale il comportamento sociale di una persona possa in qualche modo screditare la teoria della stessa... Mi chiedo: ma a chi ? A chi  interessa del pensiero di Ferguson sull' omosessualità di Keynes ???? si risparmi di rispondere...