Titolo

La lettera tragicomica del governo greco

2 commenti (espandi tutti)

Premetto che non e` un commento 'contro' cio` che lei dice, ma semplicemente descrive come ho letto io la successione di eventi.

A quanto ho capito io (e che mi sembra la successione piu` verosimile), non c'e` stata una cantonata da parte di brighella, perche` la lista del 20 febbraio e i 7 punti di inizio marzo sono cose diverse, credo.

Il 20 febbraio viene presentata una 'lista della spesa', che a quanto ho capito e` sintetizzata qui:

http://24o.it/links/?uri=http://24o.it/M5jRwN&from=Grecia%2C+via+libera+...

La lista viene accettata perche` va nella direzione giusta, e viene chiesto un programma in punti. Che, a quanto ho capito, vuol dire "tradurre in azioni concrete l'etereo concetto di 'lotta all'evasione', ad esempio".

Dopo questo, a inizio marzo arrivano i famigerati sette punti, che sono appunto la 'calata pratica' di 7 degli N punti di impegno. Questo doveva essere -- credo -- il primo step nelle negoziazioni, ed e` stato accolto con scetticismo a Bruxelles. E qui si inserisce il commento di brighella, condivisibile o no.

PS: io vivo in Svizzera tra colleghi tedeschi. Se lei crede che la stampa e TV italiana siano 'contro' la Grecia, dovrebbe sentire qui...

io avevo capito che la lettera del governo greco contenesse tutte le riforme proposte, come credo interpreti Brighella.  Se così non fosse, dovrebbe arrivare una seconda puntata con l'elencazione di altre e ben più incisive misure. Per ora non è arrivata, e siamo ad un mese dal primo impegno. Cosa aspettano i greci?