Titolo

La lettera tragicomica del governo greco

3 commenti (espandi tutti)

Forse il Nuovo Governo Greco è un precursore di qualcosa che attende di manifestarsi nella pancia dell'Europa: la tentazione di abdicare ad ogni sforzo per affrontare le sfide (ed i pericoli) di un mondo sempre meno governabile,per rifugiarsi nel quieto vivere e lasciare ai posteri il compito di fare le scelte che non si vogliono fare oggi.

Probabilmente il NGG confida nella diffusione del mood anti-europeo emergente in diversi SM dell'UE, nell'incapacità di questa a dotarsi di una governance efficace, in non dichiarati appoggi esterni: in definitiva, nella dissoluzione dell'UE attuale e nella sua sostituzione con qualcosa di diverso, non ben definito ma in ogni caso ispirato a generici principi di solidarietà fiscale tra gli SM che permetta a chi è incapace di essere moderno d'essere mantenuto da chi lo è.   

Non credo.

marcodivice 9/3/2015 - 16:49

Non credo. 

Se l'UE si dissolvesse, sarebbe probabile il ritorno al passato con limiti agli scambi e reintroduzione di barriere varie. Il tutto in un clima avvelenato da rancori reciproci di cui già si vedono i segni. Difficile attendersi solidarietà.

 

Quel che volevo dire non è che l'eventuale dissoluzione dell'UE porterà alla sua trasformazione in un paradiso bolivariano o in ogni caso al socialismo del XXI secolo ma che questa sembra essere la credenza del NGG.