Titolo

Riforma delle banche popolari: cosa c’è di sbagliato.

2 commenti (espandi tutti)

L'unica cosa su cui non concordo è la peculiarità del fenomeno cooperativo.

Una forma associativa che combina legami fortissimi con aggregati di potere e/o partiti,  controllo gerarchico, agevolazioni fiscali mostruose e la possibilità di sottopagare "i soci" è l'ideale per l'Italia

E poi dicono che in Italia non c'e' il turboliberismo

Sarebbe un discorso lungo: comunque bisogna sottolineare che il fenomeno cooperativo, in giro per il mondo e per  l'Italia, ha prodotto molti buoni risultati. Come al solito l'ideale sarebbe esser capaci di reprimere gli abusi.