Titolo

"Anno I E.R."?

21 commenti (espandi tutti)

Ma infatti è tipico degli italiani votare in massa chi crede nelle scie chimiche, nella bio washball e nelle folli argomentazioni di M5S. 

Non si sentono minacciati, sono proprio le castronerie che potrebbe dire "uno de noi", quindi ci si può fidare con un meccanismo di tipo clan. 

La diffidenza verso chi ne sa di più che traspare dal suo commento, la diffidenza verso chi ha più qualifiche questo è uno dei cancri fondamentali d'Italia

 

 

Infatti e' tipico degli intellettuali come lei che hanno la puzza sotto il naso esprimere giudizi senza conoscere o meglio credendo di conoscere e di essere nella giusta posizione.

 Lei ha totalmente "toppato" perche' non si puo' esprimere un giudizio su un Movimento in base alla cazzata detta da uno di loro.

Provi a guardare i fatti senza pregiudizi ad esempio chi ha fatto opposizione corretta in parlamento per evitare le "puttanate" di Renzi & C.  ??

Chi non ruba ma rinuncia a parte dei benefici che potrebbe usufruire ??

Chi ha proposto leggi contro la corruzione ed il conflitto di interessi ma sempre respinte o neanche discusse se non il M5S ??

Chi ha proposto una revisione delle pensioni d'oro ovvero che le pensiono oltre i 3000 € fossero pagate solo a chi ha veramente versato i contributi , se non il M5S e FdI  e che sono state bocciate in parlamento da PD, FI, NCD, Lega ??

E' proprio di alcuni commentatori di questo blog, che forse perche' vivono all'estero, che non vogliono capire o vedere la realta dei problemi del paese.

Infine chi ha detto che le proposte di FARE fossero le migliori per risolvere i problemi del paese ??

Chi gli ha dato questa vidimazione ??

Se non sbaglio ci sono alcuni economisti (Krugmam, Bagnai ecc..) che dicono che il vero problema e' l'Euro ed i suoi vincoli e non il debito.

Nessuno e' depositario della VERITA ma ci sono solo delle ipotesi che devono essere dimostrate e convincere gli elettori che sono valide.

 

Ah ma lei è proprio un sostenitore. Buon per lei. Ciò non cambia la realtà.

M5S semplicemente non ha fatto NULLA. Essendo il secondo partito d'Italia forse il primo il suo effetto sul Parlamento è stato circa zero. E questo a prescindere dal fatto che sporadicamente dicano qualcosa di sensato o che qualche singolo dimostri intelligenza.

Alle nazioni serve una classe dirigente di alto livello e votando bisognerebbe cercare di selezionare quella, non mandare il vicino di casa con l'apriscatole così non ci sentiamo meno intelligenti.

Se poi si vuol discutere di quali politiche ed idee siano meglio da portare avanti quello è un altro discorso. Ma è sicuro che l'italiano medio di Maccio Capatonda non è l'individuo adatto a portare avanti qualnque politica.

 

Saluti

La sua risposta me la aspettavo, perche' e' tipica di chi non sa rispondere ai fatti, e risponde col dare delle etichette pregiudiziali.

 Lei non ha risposto a nessuno dei miei punti che avevo citato come esempi di cose che si fanno in parlamento ma ha solo risposto dandomi del "grillino".

Tipico atteggiamento di intellettuali "embedding" al sistema che non rispondono mai su punti precisi.

Non ha neanche risposto alle obiezioni sul programma di FARE che alcuni dicono che non sia il modo migliore di risolvere i problemi del paese.

Continui a votare PD od equivalenti cosi' quando saremo nella "M..a" sapremo chi ci ha portato li !!

.
Chi ha fatto opposizione corretta in parlamento per evitare le "puttanate" di Renzi & C.  ??

Chi non ruba ma rinuncia a parte dei benefici che potrebbe usufruire ??

Chi ha proposto leggi contro la corruzione ed il conflitto di interessi ma sempre respinte o neanche discusse se non il M5S ??

Chi ha proposto una revisione delle pensioni d'oro ovvero che le pensiono oltre i 3000 € fossero pagate solo a chi ha veramente versato i contributi , se non il M5S e FdI  e che sono state bocciate in parlamento da PD, FI, NCD, Lega ??

Mah, il punto è che queste sarebbero vittorie per un partito del 3%, non per il secondo partito in parlamento.
Proporre una legge sul conflitto di interessi, o la pace nel mondo, non costa nulla a chi è all' opposizione, tanto è remota la possibilità di approvazione che non si deve combattere né convincere nessun elemento dell' intricata ragnatela di poteri e interessi che difende lo status quo, i passaggi davvero difficili per chi vuole portare una riforma a compimento.
Così come il resto dell' attività parlamentare e delle proposte, fatte spesso solo per propaganda ( come nel caso dell' appoggio alla legge Giachetti, concesso solo dopo che il PD l' aveva cassata ).
Un partito di quelle dimensioni, specialmente in una situazione così frammentata in cui anche sparuti gruppi di deputati riescono a ottenere qualcosa nelle contrattazioni parlamentari, si giudica dai risultati non dalle parole.
Sui 40 milioni, o giù di lì, cui il partito dice di aver rinunciato, ricordo che il pil italiano si aggira sui 1800 mld. Una qualche riforma economica che sia capace di far crescere il pil di un ulteriore 0,00005% ha lo stesso effetto sulle casse dello stato.
Solo che scendere a compromessi per ottenere qualcosa di simile attrae molti meno elettori rispetto a sbandierare la propria distanza dal vile denaro che corrompe la casta, immagino.

Risparmi

[utente 1955] 22/2/2015 - 13:44

Perche' non valuta i risparmi sulle pensioni ??

Sulla Voce.info Tito Boeri circa un anno fa stimava che i possibili risparmi sulle pensiono "d'oro" potevano arrivare a circa 4 miliardi di Euro !

Perche' non si valutano le entrate sulla corruzione che enti vari di assoluta affidabilita' valutano intorno ai 60 miliardi di Euro !

Lei invece si sofferma sui 42 milioni di Euro che il M5S ha rinunciato ad incassare !!

Come al solito se uno propone 3 argomenti si sceglie di discutere i meno importanti per non dare le risposte alle domande difficili.

Da un sito come questo che e' frequentato da persone molto preparate mi aspettavo qualcosa di meglio che queste banali risposte.

Il M5S ha fatto molti errori ma al momento mi sembra l'unico che si batta per la LEGALITA' e l'ONESTA' e senza questi prerequisiti qualsiasi forza politica non e' attendibile.

 Queste 2 condizioni sono NECESSARIE anche se non sono SUFFICIENTI per affrontare i problemi del paese.

Il M5S è un partito onesto? Non capisco come fai a dire che lo sia.

Un partito la cui massima espressione è stata un sindaco... dico, 1 sindaco su 8.000 comuni italiani, come fai a definirlo onesto?

Ma soprattutto ti sfugge che ad essere onesti (o disonesti) sono le persone e non i partiti.
Cioé il ladro si infiltra in qualsiasi partito dove possa rubare.

Sono le regole che rendono un partito onesto, corretto, ecc. e sulle regole interne il M5S è pura follia.

Precisione

[utente 1955] 23/2/2015 - 13:50

Mi meraviglio che in un blog serio come questo possa scrivere uno come lei che non si informa prima di scrivere dei commenti.

Il M5s è la seconda forza politica in Italia, e dispone di 11 sindaci, 17 eurodeputati, 91 deputati, 36 senatori e 1.500 consiglieri comunali e regionale. Il M5s è noto per la riduzione dello stipendio e per aver respinto i 42 milioni di finanziamenti pubblici.

Finora nessuno di tutte queste persone risulta indagata !!

Puo' dire lo stesso per gli altri partiti ??

Cosa occorre di piu' per  un movimento  per dimostrare l'onesta'  ??

Una'analisi del DNA  ??

Lo dice lei stesso, non è sufficiente quindi avanti il prossimo ! oltretutto l' onestà dell' M5s non riesce a controbilanciare la loro incapacità, cioè è più dannoso il loro programma per il paese che la disonestà degli altri, da cittadino farebbero più danni alle mie tasche i pentastellati che un  disonesto Renzi,  se mi portano via tanto onestamente o poco in modo disonesto beh la questione dal mio punto di vista cambia anche se  magari i risultati sono simili, mentre Grillo mi rende "povero" in un paio di mesi Renzi lo fa in n anni la differenza è che forse prima di diventare "povero" con Renzi posso vedere di cambiare le cose: trovare una cura ... torniamo sempre al meno peggio che ha accompagnato il paese da tempo immemore, ma al momento non ci sono alternative... 

Ma lei ha letto il programma M5S ??

Se si, mi dice quali sono i punti che la renderebbero piu' povero ??

Non resisto a provare a discutere con un grillino autentico e quindi provo a buttare giù qualche mia umile opinione.
Penso che molte delle proposte contenute nel programma del M5S possano portarci ad essere più poveri in misura drastica e iniqua.
Per esempio la proposta di non rendere più pignorabile la prima casa in ogni caso, avrebbe come conseguenza un aumento dei costi dei mutui e un aumento dei costi di gestione dei condomini a scapito di chi paga regolarmente le rate e le spese di condominio.
Oppure il reddito di cittadinanza ( si parla di importi superiori ai 15 miliardi di € all' anno) avrebbe un costo non compatibile con il nostro bilancio pubblico e pagato solo per il fatto di essere cittadino italiano senza reddito.
Oppure la banda larga gratuita a tutti i cittadini con costi annui pari a qualche miliardo di euro
Insomma mi sembra che la lista della spesa sia lunga e senza alcuna copertura ragionevole se non delle bufale come i 60 miliardi del costo della corruzione: una cifra di cui nessuno se ne assume la paternità e senza nessun fondamento.

Se vuole fare dei confronti li faccia correttamente !!

Qui Tito Boeri dice che sono 4,2 miliardi !

http://www.lavoce.info/archives/16340/pensioni-equita-generazioni-contributi/

Questa valutazione e' riduttiva rispetto alla proposta di legge di FdI e M5S che e' stata bocciata.

Quello che lei cita e' solo un contributo di solidarieta' e non il taglio delle pensioni portandole tutte al contributivo per quelle che superano una certa soglia Es. 3000 euro !

 

PS E' molto interessante vedere come in questo blog non risponda quasi mai la persona a cui io contesto o valuto differentemente il commento ma spesso risponde un altro.

Cosa e' un gioco di societa' ??

si parlava di pensioni d'oro. l'articolo di boeri che posti, invece, parla di pensioni tout court a meno di non considerare chi prende 2000 € al mese come un pensionato d'oro.

se vabbe'

ivan_zatarra 12/5/2015 - 13:50

Il paese di Bengodi è un po' più in là. Trattare un provvedimento del genere come se fosse la lista della spesa dovrebbe indurti a capire che forse manca ancora qualche particolare.

Se poi vuoi strutturare e istituzionalizzare la povertà accomodati. Ma almeno dimostra, cifre alla mano, che il reddito di cittadinanza è non solo sostenibile, ma anche scevro da storture e conseguenze poco controllabili.

Il reddito di cittadinanza, che in un paese come l'Italia rischia di diventare un reddito alla disonestà, all'immoralità, alla scorrettezza e all'ambiguità, è sostanzialmente il mezzo con cui, in mancanza di idee appropriate e credibili in grado di riattivare industria, ricerca, rinnovamento, istruzione eccetera (sull'istruzione, quella fatta sinora in malo modo e senza "disturbare" la buonascuola di Renzi che di fatto non esiste, potrei dire molto e far arrabbiare molti, specie quelli che sono in ruolo --docenti e ata-- grazie a giochini sindacali. Gli stessi ata e docenti che non vogliono essere giudicati e che temono chissà quale tirannia scolastica), si tende a distribuire populisticamente e con atteggiamenti francamente ridicoli, la povertà e a concentrare in maniera ancora più decisa la ricchezza.

Non è certo distribuendo 780 euro che un paese come l'italia diventa diverso o migliore, ma attraverso la ristrutturazione delle proprie istituzioni che sono sostanzialmente quelle post belliche. E se il repulisti e il rinnovamento delle istituzioni è un termine necessario dell'equazione, quello relativo alla morale e all'etica degli italiani (tutti, non solo dei politici) è invece l'incognita aleatoria in grado di trasformare ogni istituzione formalmente corretta in un quadro di de Chirico. Completamente vuota.

Il reddito di cittadinanza è quindi un po' come "la città del sole" di Campanella, ovvero una filosofia costruita attorno a ciò che non esiste.

Uno dei tanti difetti di quella proposta: la riforma dei centri per l'impiego che, per come sono concepiti ora, trasformerebbe quei 780 euro in una sorta di vitalizio. Zoccolo duro che fa pendant proprio con la disonestà degli italiani che barano non solo con le pensioni di invalidità, con i rimborsi l'inail o assicurativi, ma addirittura con il modello l'iseeu.

Ma che programma ha letto ??

La proposta di non rendere pignorabile la prima casa nel programma del 2013 non c'e' !!

Il reddito di cittadinanza va a sostituire cassa integrazione, disoccupazione ed altri oneri ora esistenti che costano gia' parecchi miliardi di euro quindi il finanziamento aggiuntivo sarebbe solo x la differenza tra i costi attuali e quelli del reddito di cittadinanza che non sono 15 miliardi ma molto meno (veda la proposta di legge depositata in parlamento).

La banda larga gratuita estesa a tutti i cittadini, e' vero che costa (non cosi tanto come lei pensa veda lo studio di Caio del 2009) ma sarebbe un salto di qualita' che permetterebbe al paese di recuperare il divario che ora abbiamo con gli altri paesi e permeterebbe di eliminare il Digital Divide esistente in Italia.

Inoltre se l'estensione si facesse con il WI-MAX i costi sarebbero molto piu' bassi di come lei sostiene.

Per terminare le ricordo una cosa che forse lei non ricorda ed e' l'estensione della rete elettrica fatta da ENEL a tutto il territorio italiano anche nelle zone dove non era economicamente conveniente (ovvero in perdita continua).

Questo ha permesso anche ai cittadini che abitavano in tali zone di poter crescere economicamente (pensi ai piccoli comuni di montagna) e cio' ha fatto crescere il paese e dato dignita a tutti i cittadini.

Ci sono servizi essenziali che lo stato deve fare anche se non convenienti (ed in questo caso deve essere in regime di monopolio) con costi pagati dalle tasse.

Il programma M5S puo' essere accusato di essere insufficiente (infatti dal lato economico e' lacunoso) ma non che provochi danni o impoverimento tranne a chi vive di rendita.

Per favore leggetelo bene !

Gentile sig. Vavassori,

ho preso la proposta della non pignorabilità della prima casa dal punto 18 del volantino firmato m5s qui  allegato ad una lettera di Grillo del 7 febbraio 2013 rivolta agli elettori delle imminenti elezioni politiche.

Il costo del reddito di cittadinanza superiore a 15 miliard è ricavato dalla presentazione della proposta di legge del M5S sul reddito di cittadinanza svolta il 3 dicembre 2014. In tale presentazione il costo del reddito di cittadinanza è valutato in 17 miliardi netti ( per intenderci aggiuntivi al costo degli attuali ammortizzatori sociali) dal depuato M5S  Daniele Pesco presentatore della proposta di legge.

Infine il costo dell' accesso alla rete gratuito per tutti ( si badi bene gratuito per tutti senza apparenti limiti: è come se, per rimanere al paragone fatto da lei, la nazionalizzazione dell' ENEL avesse stabilito che l' energia elettrica sarebbe stata gratuita per tutti) vorrebbe dire come minimo garantire accesso ADSL e 3G gratuito per tutti.Stiamo parlando di circa 20 milioni di terminali telefonici e altrettanti accessi mobili.

Ritengo una spesa  annua di alcuni miliardi (3-4 miliardi) appena sufficiente a coprire i costi di tale servizio

A mio avviso le spese  sopra descritte aggraverebbero lo stato di dissesto del nostro bilancio statale in misura tale da renderci tutti più poveri.

Ce ne sono parecchie di cose che non vanno bene oltre alle già citate, sarebbe troppo analizzarle tutte, prendiamo il wi-max  è una cosa che mi ha colpito, perchè è la dimostrazione di quanto sia illiberale il programma del MS5, ovviamente le chiederei perchè wi-max e non LTE ? Non è compito dello stato scegliere la tecnologia, maledizione ! sono la domanda e l' offerta che se ne occupano, se si fa cosí si sbaglia infatti il wi-max è in disuso a favore di LTE  sarebbe stato una sciocchezza utilizzare il wi-max al tempo, fortunatamente non è stato fatto avremmo sprecato i nostri soldi, ma questo  è solo un esempio di come non si risolve il digital divide. come dice bene lei non tocchiamo il lato economico del programma, che non è lacunoso è semplicemente folle: oltre alle già citate stock option, allineamento delle tariffe di eneregia trasporti ecc. ai paesi europei,  Impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente mercato interno, vietari incroci azionari tra sistema bancario e industriale ecc. ecc.... Poi nelle altre sezioni, ci sono un sacco di cose che non mi vanno a genio, esempio: promozione di farmaci fuori brevetto(???), libri scolastici gratuiti(???), limiti del 5% del mercato pubblicitario di un singolo soggetto(=addio google???), vietare la costruzione di parcheggi(???), sezione energia anche li illiberale, sussidi ed incentivazioni di vario tipo che sembrano uno spreco di soldi e molte molte altre cose... non è possibile stare qui ed analizzare il programma di Grillo, detto ciò, il referendum sull' Euro mi renderebbe veramente più povero dall' annuncio dello stesso in poi... Non m'interessa convincere un prete all' ateismo quindi, liberissimo di credere che sia il programma meno dannoso in Italia... 

Sono d'accordo con lei che lo stato non dovrebbe scegliere la tecnologia ma solo chiedere che tutti in Italia possano accedere ad Internet con un minimo di velocita (es. 10MB).

 Purtroppo discutendo qual'e' la miglior tecnologia possibile siamo rimasti immobili !

Lo studio di Caio e' del 2009 e da allora nessun governo da Berlusconi a Monti a Letta ed ora Renzi e' intervenuto per garantire l'accesso ad Internet a tutti !!

Se si aspetta di trovare la miglior tecnologia x investire allora non si investe mai !

Avevo citato il Wimax perche' era da tutti considerato il piu' economico (non il migliore) da implementare.

Io sono un vecchio informatico in pensione ed ho imparato nella mia vita professionale che data la rapidita' dell'evoluzione tecnologica bisogna decidere in fretta la scelta di una tecnologia e cercare di ammortizzarla in un breve periodi (es. 5 anni) e poi adeguarla alla successiva evoluzione tecnologica altrimenti non si fa nulla.

Riguardo al referendun sull'Euro vorrei  dirle che questo non vuol dire uscire dall'Euro ma solo dare ai cittadini la possibilita' di scegliere informandoli prima dei possibili costi/benefici del rimanere nell'Euro e quelli dell'uscita.

 Questa per me e' democrazia perche' solo gli italiani hanno il diritto di decidere su una cosa cosi' importante e non i politici.

il mio punto preferito del non-programma del non-partito col non-statuto e' "abolire le stock option"

r

floris 24/2/2015 - 03:20

Perche' non valuta i risparmi sulle pensioni ??
[...]

Lei invece si sofferma sui 42 milioni di Euro che il M5S ha rinunciato ad incassare !!

La risposta breve è che i 42 milioni sono l' unica cosa concreta ottenuta.
I risparmi su pensioni, lotta a corruzione, etc non esistono al momento.
Esistono al più mozioni di chi ha deciso di rimanere fuori dai giochi, quindi non casualmente respinte, e che per quanto mi riguarda in quanto a concretezza hanno più o meno il valore di una promessa fatta in campagna elettorale.

BTW, Tito Boeri è stato nominato dal governo presidente dell' inps.