Titolo

Uscita dall'euro, svalutazione, ripresa. Riflessioni dopo un week end di dibattiti

3 commenti (espandi tutti)

Va dato atto ad AB di non essersi mai sottratto al confronto (al contrario di altri). Io non credo sia in mala fede, ne' mancanza di logica. Ha anche il merito di aver voluto mettere nero su bianco le sue idee adottando un modello che le supporta, il che semplifica il lavoro di chi vuole criticare le ipotesi su cui si basa il ragionamento.  AB avanza  una posizione che Francesco e Michele hanno sviscerato e semplificato, nel dibattito e sopra, per permettere a chiunque di farsi un'opinione. 

Mi permetto di dissentire. Se Lei pensa che quello con M. Boldrin sia stato un confronto, questa e' certo una sua opinione legittima: per me non lo e' stato, e non vedo quali altri confronti siano mai stati sostenuti.  Sul blog infatti non sono mai state ammesse repliche, e le comparsate in TV, o i video tipo Bin Laden suvvia, come se mancassero le riviste e le conferenze ad ogni pie' sospinto...Io non vedo altre alternative alla malafede o alla logica fallace, chmi dica Lei quali potrebbero essere: io non riesco a leggere 10 righe di file scritte da AB senza incontrare fuffa retorica da "giochiamo ai partigiani" o errori logici, non incongruenze soggettive, errori veri e propri. La sua chiusura e' comunque per me particolarmente interessante: se si e' giunti al punto di "doversi fare un' opinione" (proprio mentre AB ammanta di Scienza le sue conclusioni), beh, per quanto mi riguarda questa e' la parola fine alle ambizioni italiane. Io parlo per me, sulla base della mia conoscenza, per quanto imperfetta, della mia esperienza, per quanto limitata: se si deve anche solo dare una sbirciatina ad un modello simile, e' gia notte. Con tre equazioni (deterministiche)  quasilineari si riesce a produrre "abbastanza" casino da rendere ogni simulazione praticamente inutile, figurarsi con 30, anche nelle mani di uno mediocre. C'e' un motivo assai preciso per cui i fondamenti della natura vengono investigati dalla Fisica (con strumenti matematici spesso avanzatissimi ma applicati su situazioni semplicissime,  "triviali"), ed i ponti progettati dall' Ingegneria (matematica ben piu' semplice ma applicata sulla Realta'): ogni confusione in tal senso porta di solito a bei disastri. Ma insomma, basterebbe cosi' poco per dire la verita', dopo enciclopedie scritte, e' semplicissimo: certi Paesi vantano tenori di vita di alta qualita', certi intermedii, certi bassi, e via cantando. Chi compete sistematicamente con ed in un certo gruppo, appartiente assai spesso al gruppo stesso: e non esistono alternative. Se AB scrivesse questo sul suo blog domani, chiuderebbe bottega. 

mi fa certo piacere che ci sia stato un confronto sulle idee. AB però, oltre a mostrarsi gentile con Michele Boldrin e Francesco Lippi, sarebbe bene che esibisse un minimo di contrizione per quella speciale villania, propria e caratteristica degli ignoranti, con cui ha condotto fin dall'inizio il suo blog. posso pensare che la cosa gli sia anche sfuggita di mano, gli applausi fanno piacere e inorgogliscono sempre, figuriamoci in provincia, e poi non si bada più a chi si è ramazzato.

insomma, ci fa e anche ci è.