Titolo

Uscita dall'euro, svalutazione, ripresa. Riflessioni dopo un week end di dibattiti

1 commento (espandi tutti)

Un rapido commento ad un articolo obiettivamente ben fatto.

 

  1. 1. Le equazioni econometriche moderne non sembrano funzionare un granché meglio, vedi figuracce a ripetizione dei forecast FMI e UE. Lasciamo stare le equazioni quindi.

  2.  2. I politici del Sud Europa ci girano intorno abilmente da anni ma le riforme nelle attese dei mercati devono ottenere solo tre risultati: a) ridimensionare il welfare, b) segare un pezzo di stato e darlo ai privati, c) ridurre i salari. Il tutto in funzione dell'aumento di business opportunities. Il resto è poesia.

  3. 3. Mi pare si giri intorno alla questione principale: i cittadini hanno uno spiccato senso della giustizia e punirebbero duramente qualunque scelta di riforma non sostenuta da una crisi pesante. In questo senso stiamo temporeggiando da anni, l'energia potenziale si accumula, a breve temo un violento redde rationem con attacco speculativo scatenato dal Soros di turno.

4. Parlare di euro-exit è fuorviante e sinceramente puzza di straw-man. Solo un irresponsabile puo' parlare seriamente di saltare fuori da soli dalla barca, ci massacrerebbero a morte sia gli ex-amici che i nemici. Sarebbe un gang-bang storico. La sola soluzione ragionevole in discussione è l'euro-dissoluzione consensuale e programmata su un arco di tempo ragionevole (anni). E prima o poi ci arriveremo, imho.     Cordialità, Gallus