Titolo

Il programma economico di Italia Unica (I). La domanda aggregata

1 commento (espandi tutti)

Domanda 1: La proposizione iniziale del post che sta alla base della parte di programma di Italia Unica analizzato è condivisa dagli autori di NfA?La ripropongo per chiarezza:
"Nell'immediato l'Italia ha un grave problema di carenza di domanda aggregata, per cui è necessario un intervento massiccio per riattivare l'attività economica."
Domanda 2: Se la risposta alla domanda 1 è si e l'aumento di spesa pubblica proposto da Passera (più o meno camuffato da trucchi contabili) è considerato sovrastimato, non praticabile dati i vincoli di bilancio e soprattutto non desiderabile e non utile(anche a causa dell'inefficienza conclamata della spesa pubblica italiana) . Cosa resta nell'immediato per stimolare la domanda se non la riduzione delle tasse?
Domanda 3: Se è vero 1 e resta solo la riduzione delle tasse come opzione migliore considerate davvero ancora sufficiente, nelle condizioni attuali, una riduzione della pressione fiscale di 5 punti in 5 anni finanziata interamente da tagli di spesa inefficiente?