Titolo

Alcune letture su High Frequency Trading

3 commenti (espandi tutti)

Ottimo esempio!

Quindi semplificando la domanda: ma i mezzi per impedire la deriva che porta ai flash crashes esistono?

Modificando la metafora: può essere che l'HFT sia come sciare fuori pista? Il rischio slavina (flash crashes) non sarebbe mai evitabile completamente, l'unica è non sciare fuori pista.

Sia chiaro: non è una affermazione la mia ma una domanda.

non sono un esperto ma credo si tratti di limitare certi automatismi degli algoritmi che investono automaticamente solo perche' il prezzo sale, fino a raggiungere un culmine dal quale tutti, automaticamente, vendono

non è necessariamente HFT, teniamoli distinti. gli algoritmi furono chiamati in causa già nel padre di tutti i crash "tecnici", quello dell'87:  la vulgata recita cheallora  furono gli ordini di stop loss latenti  a certi livelli a causare il disastro; io rilevo  che oggi anche la casalinga di voghera li inserisce nel trading domestico, e le cause dei crash devono essere ben più complesse.

peggio ancora i flash crash...posso solo puntualizzare che le vittime dirette di quella oretta di mercato fuori controllo sono stati principalmente gli operatori in derivati, che si sono visti convalidare contratti a casaccio.  non è stato cioè il retail, la signora del pubblico che tira lo slittino, ad essere investito da una "tavola" fuori controllo ma dei robustissimi e voloci sciatori tradizionali.