Titolo

Il governo rosso-brunato. V

2 commenti (espandi tutti)

A me pero' pare che che il populismo di questi anni, caratterizzato dal disprezzo dei quattro vincoli alla volonta' popolare che tu elenchi, stia dilagando anche in paesi esenti dalle tare ereditarie culturali che affliggono l'Italia: a definire "nemici del popolo" dei magistrati che facevano il loro lavoro ricordando la sovranita' del Parlamento e' stato, un anno e mezzo fa, il britannico Daily Mail; e il mese scorso lo stesso termine e' stato usato contro la libera stampa dall'indegno successore di James Madison, Donald Trump

Certo

michele boldrin 6/9/2018 - 00:24

Uno dei caveat iniziali della serie e' che molti fenomeni italiani sono infatti mondiali. 

Avrei potuto partire da un tentativo (troppo ambizioso) di analisi dei processi in tutti i paesi occidentali dove vediamo crescere il populismo, ma mi sembrava troppo ambizioso. L'Italia la conosco meglio e son partito da li'.

Come detto, mi riprometto di chiedermi verso la fine quanto sia specifico (io credo parecchio) e quando invece generale. Alla fin fine, oggi siamo l'unico paese dove le forze populiste hanno il supporto esplicito del +60% della popolazione e dicono cose molto peggio che altrove. Anche negli USA di Trump, alla fine governa grazie ad un particolare meccanismo elettorale e, ad oggi, il suo approval rate viaggia attorno al 35% e Brexit e' oggi decisamente una scelta minoritaria. 

Insomma, ho fatto quello che mi veniva fattibile, son partito dal caso estremo e specifico che conosco, poi spero di riuscire a discutere decentemente anche i fenomeni generali.