Titolo

Che fine hanno fatto gli squilibri commerciali dell'area euro?

1 commento (espandi tutti)

Se un paese è in surplus significa che si sta arricchendo non convieni?

Io convengo che chi esporta lavora non solo per il suo mercato interno ma anche per altri mercati e che fornendo beni che vengono valutati positivamente dai consumatori (e degli uffici acquisti) di altri paesi di fatto consente anche a loro di arricchirsi. L'export di eccellenze (che diventa import per chi le compra) è un arricchimento anche per il compratore.  Una delle cose che ho imparato frequentando questo sito è che l'economia non è un gioco a somma zero (come testa o croce, chi vince e chi perde la somma è la stessa che si trasferisce) ma il mercato è un'opzione win-win per cui entrambi trovano un comune vantaggio: chi vende e chi compra. Entrambi si arricchiscono.  E questo vale ovviamente anche nel commercio internazionale.  Se compro a 10 dalla germania un ottimo prodotto che da me non c'è o che da me costa 15, sto realizzando come compratore un vantaggio economico.  Il tuo concetto contabile (parente forse del modello superfisso) implica invece che se uno si arricchisce (producendo e vendendo) allora quello che compra per forza si impoverisce.  Concetto malsano che hai ribadito parlando di una  "sottrazione di risorse" che naturalmente in economia non esiste.