Titolo

Vota NFA ai Macchianera Italian Awards 2013

3 commenti (espandi tutti)

aggiungo che se la riduzione del numero di commenti pubblicabili ha ridotto i flame, ha ridotto anche la vivacità dei commenti e gli spunti che da essi  nascevano

nFA e FB li ritengo ancora due piani diversi: qui commento se ho qualcosa da dire, ma avendo delle basi logiche (oh, i numeri di Macchianera però nessuno li ha, eh ?), su FB si spara a raffica e incrociando gente di tutti i generi.

Per intenderci: non mi ricordo in quale thread ho beccato un fan di Bagnai (passato remoto), che qui non ci mette piede nemmeno per sbaglio, così come ho letto di alcuni che hanno fatto il pelo a bagnai e sono stati bannati da goofynomics, diciamo che i mondi si incontrano più spesso su FB che qui (di questo posto hanno fisicamente paura: non ci vengono, ma davvero), adesso il bello di una discussione è di mettere in piedi / confutare qualcosa, se siamo tutti d'accordo non c'è nè discussione, nè da commentare, mentre i post rimangono rigorosi se lo devono essere, semi seri se non lo devono essere (io ogni tanto mi rileggo quello sul post elezioni e rido tuttora come un cretino).

Diciamo che su FB vado a cercar rogne (anche se poi i bagnini dopo un pò si arrendono e alzano le mani. Le tipografie non vanno molto di moda, tutto sommato), su nFA cerco degli spunti per azionare il cervello, credo valga anche per altri.

Per altro faccio presente che diversi editors non hanno un profilo FB, o lo hanno chiuso, Alberto Bisin dopo un epico scontro ha chiuso Twitter, insomma sui social si fa essenzialmente altro, eil rumore di fondo e la quantità di informazioni non fa il palo con la qualità.

Per auto citarmi: ad esempio di Sud non parla nessuno, nè su FB, nè altrove, si è avuta una curva di interesse dopo il mio post, ma poi niente più. Evidente che FB non è un luogo per le idee e i dibattiti approfonditi.

Tornando a ieri sera: oramai ripongo tutte le mie speranze nel derby: una vittoria e sto a posto per un anno. D'altronde la seconda squadra di Milano non è nuova a fornirci preziosi aiuti nel momento del bisogno.

con un rigore a partita, in serie B non ci finite di sicuro. Ovviamente se Mario non inizia a sbagliarli