Titolo

Vota NFA ai Macchianera Italian Awards 2013

2 commenti (espandi tutti)

In genere usiamo l'inglese quando vogliamo valorizzare una certa cosa, o quando dietro di essa si nascondono delle porcherie di cui ci vergogniamo un po'.

  I sindacati sono da sempre contrari alla distribuazione di mano d'opera da parte di agenzie specializzate. Però da quando, invece di lavoro in affito si parla di staff leasing, qualche progresso siè fatto. Ti faccio lavorare su quello che capita, basta che chiedi poco e non mi chiedi di essere fidelizzato e di  fare parte di una qualche impresa in modo organico? Niente paura, questo è il multi tasking.

Sentite quest'altra  (legge Biagi, da wikipedia): "...con tale contratto, i lavoratori si impegnano ad assicurare al datore un certo servizio . Il datore può prevedere nel contratto delle penali che scattano se non è assicurato il servizio pattuito. Se uno dei contraenti è assente da luogo di lavoro, anche per cause di forza maggiore, quali sciopero o malattia, gli altri sono obbligati in solido a coprire il relativo turno di lavoro, senza maggiorazioni per lavoro straordinario". Niente male vero? Niente paura, lo chiamiamo job sharing.

Adesso mi sto chiedendo: ma quali porcherie si nasconderanno dietro la service tax?

e del

giuliana allen 7/9/2013 - 17:00

format ne vogliamo parlare? 

e della location?

non si puo' piu' organizzare una mazza se non si sfoderano fighettissime parole...per fortuna che in USA ci ricambiano il favore andando tutti a 

eat "al fresco"